Romeno va a pesca e muore annegato

Il cadavere di un uomo è stato trovato ieri mattina nelle acque del fiume Mignone, nei pressi di Tarquinia. Il corpo è affiorato dall’acqua all’altezza del ponte sulla strada litoranea ed è stato notato da alcuni pescatori che hanno avvisato la polizia. Stando agli accertamenti eseguiti dagli uomini del commissariato della Polizia di Stato di Tarquinia, che conduce le indagini, il corpo sarebbe quello di un romeno, Ovidio Feleta, di 40 anni, domiciliato a Civitavecchia. La polizia ha accertato che Feleta era uscito di casa per andare a pesca e che durante la notte non è rientrato.