Romero si presenta alla Sampdoria che oggi sfida le ambizioni dell’Empoli

(...) si trovava ancora invece al laboratorio di analisi di via Boselli - al momento è sotto visite mediche ed è prematuro parlarne. Parlerò appena possibile con lui e faremo il punto della situazione sulle sue condizioni fisiche. Ora però pensiamo solo e soltanto e all’Empoli»). Poi però i due si sono conosciuti in hotel, dove si trovava in ritiro la Sampdoria, prima della partenza per Empoli, dove la squadra sarà impegnata questa sera alle ore 19 (diretta Sportitalia Sky e digitale terrestre) per il secondo turno di Coppa Italia. Niente ufficialità, però, e niente presentazione perchè in società hanno atteso per tutta la mattinata un documento dall'Az Alkmar mai arrivato. Presentazione rimandata, quindi, ma il numero uno dell'Argentina si è aggregato ai nuovi compagni, in attesa di giocare probabilmente titolare alla prima di campionato giovedì sera contro il Padova al Ferraris.
Nel frattempo Atzori cercava di riportare tutti sulla diretta via, parlando di Coppa Italia e di una Sampdoria rivoluzionata rispetto alla gara con l'Alessandria: «Credo sia sicuramente un test più veritiero dell’Alessandria. Loro fanno parte delle squadre che non lo dicono ma sotto sotto sognano in grande, conosco le loro ambizioni. Per quel che ci riguarda faremo la nostra partita perché il nostro obiettivo è quello di passare il turno. Per quanto ci riguarda qualcosa di diverso rispetto a domenica ci sarà: dagli uomini a qualche movimento in fase di possesso palla, sperando che il cambiamento possa portare benefici. In ogni caso continuo a portare avanti la mia idea, i concetti sono sempre gli stessi. Continuerò col modulo, col mio atteggiamento. Difesa a tre e poi, 3-4-3, 3-5-2 o 3-4-1-2 dipenderà dall’allenamento e dall’avversario. Questi non sono esperimenti, sono e saranno scelte dettate dalla settimana. I più bravi devono dimostrare di esserlo».
Non sono esperimenti ma poco ci manca: fuori Rossini dentro Volta, fuori Costa dentro Gastaldello in difesa, mentre è stato confermato Accardi; a centrocampo ancora Padalino a destra e Palombo al centro poi Sammarco al posto di Poli, acciaccato e non convocato, e Laczko al posto di Castellini. Semi rivoluzione anche in attacco con Bertani e Piovaccari al posto di Maccarone e con Koman al posto di Semioli che ha recuperato solo ieri ed è rimasto a Genova per ritrovare la condizione. Atzori spera di aumentare soprattutto il minutaggio nelle gambe dei suoi giocatori: « Vorrei che gli ottimi 45 minuti di domenica, diventassero presto 60, 70, anche 80. Ho detto ai ragazzi che l’atteggiamento mentale è la cosa fondamentale. Già da domani voglio una squadra attenta e concentrata per più minuti possibili in attesa di arrivare ai 90».
Intanto ieri la Sampdoria ha toccato quota 15 mila abbonamenti raggiunti e saranno in molti a seguire la squadra ad Empoli: «Sarà una costante, un’arma in più e anche un impegno, una responsabilità in più. Noi siamo orgogliosi dei nostri tifosi e vogliamo rendere loro orgogliosi di noi. Prometto massimo impegno, voglio che la squadra esca a testa alta sempre, cosa che deve essere scontata. Sappiamo che la presenza fa sì che ti dia carica in più che non fa male e vogliamo sfruttarla già a partire da Empoli».