Alla Rometta e alla Signora non resta che sperare in un posto nell’Europa B

All’amante della bici Francesco Guidolin manca un punto per conquistare la sua personale maglia rosa ed entrare nel Paradiso europeo. E il tecnico dell’Udinese annuncia già il fioretto in caso di 4° posto: «Farò un balletto alla Boateng nella festa di San Siro, per i passi chiederò aiuto ai miei giocatori di colore». Visto che il ghanese si era esibito in un «moonwalk» alla Michael Jackson, sarà difficile che Guidolin riesca a onorare l’impegno preso. Il balzo Champions dei friulani a Verona tiene in gioco solo la Lazio (che deve però vincere a Lecce e sperare in un colpaccio del Milan al Friuli). Montella e Delneri salutano in anticipo l’Europa dei grandi - e negli ultimi 90’ si giocheranno il posto in quella «secondaria» - accelerando il processo di rifondazione (americana per la Roma). «A Catania, e non voglio giustificare i miei, avevamo mille difficoltà tra infortuni e squalifiche - così l’allenatore della Roma -. È la fine di un ciclo? Le valutazioni vanno fatte in maniera lucida e globale». «È stata una stagione di alti e bassi. Se penso di dimettermi? Ho sempre dato il massimo, sarà la società a decidere», il messaggio del tecnico della Juve. Amaro Chiellini: «Mai avuto un equilibrio di squadra».