Romiti fa ripartire Rcs (+5,7%)

da Milano

Rcs Mediagroup ha ripreso la corsa a Piazza Affari, chiudendo in rialzo del 5,72%. A tener desta l’attenzione sul gruppo editoriale hanno contribuito le dichiarazioni riportate dal settimanale Economy, peraltro smentite, secondo cui Cesare Romiti si sarebbe detto disposto a cedere la quota detenuta da Gemina in Rcs Mediagroup (pari all’1%), a 6 euro per azione qualora l’immobiliarista Ricucci si decidesse a lanciare un’Opa.
Dal canto suo, Ricucci - alla vigilia del matrimonio con Anna Falchi, dopo il rinvio a sorpresa della settimana scorsa - si è reso protagonista di una polemica con il vicepresidente di Confindustria, Andrea Pininfarina, che, in un’intervista rilasciata al Sole 24 Ore, raccomandava di non confondere chi fa impresa e chi fa il raider finanziario.
Confindustria si occupi dei problemi dell’industria italiana, ognuno investe dove vuole, ha replicato seccamente l’immobiliarista. «Fra l’altro, in mezzo a tanto parlare di trasparenza - ha aggiunto - si dimentica che proprio il presidente di Confindustria e alcuni alti membri di questa associazione utilizzano, per le loro operazioni finanziarie, holding lussemburghesi non certificate (e non solo): ma in questo caso la cosa non sembra suscitare alcuno scandalo».