Romiti: Gemina tratterà il prezzo della sua quota

La famiglia Romiti, principale azionista di Gemina, vuole trattare sul prezzo della quota residua detenuta in Rcs offerta agli azionisti del patto. «È evidente che si tratterà, ogni cosa ha un prezzo», ha detto Cesare Romiti a margine del Workshop Ambrosetti a Cernobbio. «Gemina ha un accordo per il quale può cedere i titoli al patto quando vuole», ha aggiunto. Della partecipazione si parlerà nella prossima riunione del patto di sindacato di Rcs prevista il 14 settembre.
Per quanto gli equilibri azionari del gruppo editoriale da rilevare le dichiarazioni rese ieri da Corrado Passera, amministratore delegato di Banca Intesa, anch’egli presente a Cernobbio. Passera ha confermato che l’istituto non ha ancora preso decisioni sull’esercizio dell’ozpione che consentirebbe a Intesa di salire al 4,2% circa. Il manager ha anche aggiunto di aver libertà di movimento «grazie anche al prezzo molto basso della nostra partecipazione storica». Anche nel caso di esercizio dell’opzione «il prezzo di carico delle azioni resterebbe inferiore ai prezzi di mercato».