Romiti: «Niente vendita Alitalia resti italiana»

«Sono contrario alla vendita di Alitalia e alle modalità della vendita»: l’ex ad di Alitalia e di Fiat, Cesare Romiti, boccia la prospettata cessione agli stranieri della compagnia aerea controllata dal Tesoro. Romiti, che attualmente siede sulla poltrona di presidente d’onore di Rcs, si dice per contro favorevole a una «soluzione italiana» aggiungendo che occorrerebbe piuttosto cercare «un management che conosca il mestiere e non dilettanti alla sbaraglio». «Si è fatto ricorso a una specie di asta competitiva. Alitalia è stata massacrata dalla politica», ha proseguito Romiti intervistato a Domenica In, rimarcando di essere stato alla guida del gruppo «quando Alitalia era un’azienda con la A maiuscola», mentre «se scorro tutti gli uomini che sono venuti dopo di noi, la maggior parte di questi hanno a fianco un nome di un politico o di un partito». La firma della lettera per avviare la trattativa in esclusiva con Air France dovrebbe in ogni caso essere posta a breve, probabilmente già oggi e il numero uno della compagnia francese, Jean-Cyril Spinetta, potrebbe tornare presto a Roma.