Romiti non vende ai prezzi attuali

Rcs

Gemina non intende vendere la sua quota, intorno all’1%, in Rcs visti gli attuali prezzi di mercato. Lo ha detto Cesare Romiti, uno degli azionisti principali di Gemina. «Noi avevamo pensato di vendere quando il prezzo era alto. Adesso i compratori ci dicono di vendere ai prezzi attuali e noi rispondiamo di no», ha detto Romiti. Ieri Rcs ha chiuso a 4,16 euro in calo del 2,96%, ben lontano dai massimi del 6 agosto scorso a 6,805 euro. Poi, a proposito dell’offerta al patto di sindacato del 15% da parte di Magiste di Ricucci, Romiti ha detto di non sapere se questa offerta «si coagula». E questo perché «il patto oggi ha una maggioranza tale che - ha aggiunto - potrebbe dire loro vendete in Borsa gradualmente...». Nei giornali c’è conflitto di interessi. Infine Romiti ha affermato che «un giornale è più libero se ha un solo proprietario e più azionisti ci sono più c’è il rischio del conflitto di interessi».