Rompere un digiuno lungo due mesi e mezzo

Le motivazioni non dovrebbero mancare. Il Genoa, infatti, non vince da due mesi e mezzo. Dal 7 ottobre scorso, data del successo sul Cagliari è arrivata solo una manciata di pareggi (quattro) e cinque sconfitte ad arricchire una classifica appena due gradini sul livello di guardia. I rossoblù alle 18 (arbitra Girardi di San Donà del Piave) andranno così all’assalto del Parma per chiudere un 2007 comunque esaltante visto il ritorno in serie A. Tre punti oggi, in una scontro diretto per la salvezza, sistemerebbero la graduatoria e sarebbero un bel regalo per la Gradinata Nord. Sarà anche per questo che nella rifinitura svolta a Pegli soprattutto gli attaccanti sono sembrati scatenati. Immagine doverosa dalle ultime prestazioni con un Genoa che è apparso stanco, a tratti sfilacciato e parecchio nervoso. Serve un ultimo sprint, una partita coraggiosa e attenta per non fare flop come contro il Siena, sconfitta che ha segnato nel morale Rossi e compagni. Gasperini sta meditando qualche cambiamento, forse una difesa a quattro, ma non è affatto da escludere che il tecnico ancora una volta si affiderà al suo 3-4-3 che tanti risultati positivi gli ha fatto ottenere col Grifone.
Fuori Bega e Bovo, dentro De Rosa, Santos e uno tra Masiello e Lucarelli. A centrocampo tutto scontato visto il recupero di Juric: con il croato Paro, Fabiano e Rossi, mentre in attacco dovrebbero giostrare Leon con Borriello e Sculli. Di Vaio è comunque pronto. Ma gli interrogativi riguardano il possibile impiego di Figueroa quasi spinto a furor di popolo, fin dall’inizio. L’argentino scalpita ma è probabile che entrerà a match iniziato.
Una partita fondamentale perché l’ultima prima della sosta e dell’inizio del mercato. Che riserva un’incredibile sorpresa: Mimmo Criscito tornerà subito al Genoa , in prestito fino a giugno. Prestito ma senza diritto di riscatto. Insieme a lui, la punta juventina Olivera, un passato non esaltante nella Samp ma un po’ di esperienza in più. Lui sì, con possibilità di acquisto per il Genoa a fine anno. In cambio della valorizzazione completa di Criscito, la Juve si impegna a fare un forte sconto per il riscatto di Matteo Paro, che con poco più di un milione Preziosi potrebbe trattenere definitivamente.
Intanto sono stati sorteggiati i gironi del prossimo Torneo di Viareggio, vinto l’anno scorso dai Grifoncini di Torrente. I rossoblù sono nel girone con il Tottenham, la Cisco Roma e l’Apia Tiger.