Ron, autore duttile e aperto cita Gaber e canta Neffa

Che autore duttile e aperto all'«altro da sé», questo Ron che rifà magnificamente pagine altrui - la toccante Quando sarò capace d'amare, di Gaber e Leporini - o mette in musica altri autori, lungo un arco che dal grande Zenobi - la bellissima Ladri - approda a Neffa. Non contentandosi del proprio mai stereotipato senso armonico, della riconosciuta inclinazione a melodie suadenti ma mai troppo compiaciute di sé, e insomma delle qualità salienti di un'ormai lunga carriera creativa. Che è quella di un artista appartato ma mai stanco di crescere e di confrontarsi, dagli esordi adolescenziali con Dalla, alla collaborazione con Dalla e De Gregori, ai brani forniti alla Mannoia, a Morandi e ad altri grandi.

Ron Quando sarò capace d'amare (Sony-Bmg)