Ron: a Sanremo solo per aiutare gli ammalati

A Sanremo, dopo la vittoria di 10 anni fa con Vorrei incontrarti tra cent'anni, quasi non voleva tornare, ma quando Mazzi e Panariello gli hanno garantito lo spazio e l'attenzione necessari per lanciare dall'Ariston la campagna a favore dell'Associazione italiana sclerosi laterale amiotrofica, Ron non ha avuto dubbi. «Vado a presentare L'uomo delle stelle solo per questo motivo, non ho - dice l'artista - dischi da promuovere, ma una buona causa da sostenere».
Una causa che Ron ha sposato tre anni fa, quando il suo amico Mario Melazzini, primario del day hospital oncologico di Pavia, ha contratto la Sla, malattia rara che colpisce cellule nervose del cervello e del midollo spinale. Per combattere questo terribile male, Ron lo scorso ottobre ha pubblicato un cd di duetti delle sue canzoni più note dal titolo Ma quando dici amore, cui hanno collaborato grandi cantanti. Grazie all'effetto mediatico di Sanremo e alla Sony/Bmg, che ha deciso di ripubblicarlo insieme all'inedito del Festival, potrebbe avere una seconda vita. Tutti i proventi saranno destinati all'Aisla, la Onlus impegnata nella lotta alla Sla.