Ronaldinho, ira di Allegri: "Alle 2 fuori da un locale? Non è certo vita da atleta"

Acque agitate nello spogliatoio milanista dopo che il brasiliano è stato filmato nella notte scorse al di fuori di un locale milanese. Il tecnico: "Non sono orari compatibili con
quelli di un atleta". Dinho si avvia alla quarta panchina consecutiva

Milanello - Dopo tre panchine consecutive pizzicato alle 2 di notte fuori da un locale. Non sarà facile rivedere Ronaldinho titolare nel Milan. Almeno a sentire le parole del suo tecnico, Massimiliano Allegri. "L’ho appreso da voi, nessuno mi ha detto niente. Certo, non va bene. Non sono orari compatibili con quelli di un atleta ma, dopo una trasferta, può anche capitare di tenere più a lungo la scena". E' il commento di Allegri alla bravata di Ronaldinho che ha fatto le ore piccole in un locale milanese. Tuttavia, l’allenatore, nella conferenza stampa che anticipa la partita contro la Fiorentina, non vede elementi contrari per il rinnovo del contratto al brasiliano. In ogni caso, rimanda ad Adriano Galliani. Ronaldinho, reduce da tre panchine di fila, dovrà ancora sacrificarsi perché, spiega Allegri "sarà difficile vedere simultaneamente in campo Ronaldinho, Ibrahimovic e Robinho".

Il video di un tifoso Acque agitate al Milan per Ronaldinho filmato la notte scorsa all’uscita da un locale milanese. Nelle immagini, filmate con un cellulare, e mandate in onda poco prima delle 14 da un’emittente lombarda, si vede il brasiliano in compagnia di alcuni amici mentre lascia un ristorante della zona di San Vittore mentre erano da poco passate le due di notte. Oggi comunque l’allenamento dei rossoneri è previsto nel pomeriggio in vista della gara di campionato che si giocherà domani sera al Meazza alle 20.45 contro la Fiorentina.

Galliani non commenta "Sono cose nostre, che non riguardano i mezzi di comunicazione". Così l’amministratore delegato del Milan Adriano Galliani ha tagliato corto a proposito delle immagini di Ronaldinho all’uscita dal locale brasiliano. "Non le ho viste, nessun commento - ha detto Galliani dopo l’assemblea della Lega di Serie A -, il Milan risolve le proprie cose nell’ambito della propria società, non attraverso i mezzi di informazione". C’è qualcosa da risolvere? "Non lo so, sto dicendo in generale" ha replicato l’ad del Milan. Ci sarà una multa? "Non sono affari nostri" è stata infine la risposta di Galliani.