Ronaldo frena: «Resto a Madrid»

da Madrid

Ronaldo fa marcia indietro: «Non ho mai pensato di lasciare il Real. È una bugia che io abbia parlato con Sacchi della mia cessione. Sono un guerriero e non ho intenzione di abbandonare la nave». Il brasiliano, arrivato al Real nel 2002, smentisce le recenti voci secondo le quali avrebbe informato Figo e Adriano e i dirigenti dell'Inter del suo desiderio di tornare all'Inter. «Stiamo giocando male, ma pubblicamente queste cose mi feriscono - continua Ronaldo - perché i tifosi ci credono». L'attaccante, che ha anche accettato di ridursi lo stipendio, continua: «Ho in programma di rimanere, ho fatto un grande sforzo finanziario per venire qui. Voglio avere successo con il Real e lotto per questo». Ronaldo si lamenta anche di una mancanza di tifo del Bernabeu e anche se ha realizzato nove gol in questa stagione, Ronaldo è stato fischiato dopo la sconfitta casalinga di domenica col Racing Santander. «Al momento, il pubblico non è importante. Stiamo cercando di trovare il nostro gioco. Non siamo felici - conclude Ronaldo - ma la squadra desidera cambiare la situazione».