«Ronaldo, perché non pensarci?»

Jacopo Casoni

La rabbia per la squalifica di Adriano è ancora tanta: «È successa una cosa assurda, che non può non darmi fastidio - tuona Massimo Moratti -. Hanno cambiato una situazione tre volte in una settimana. La Federazione non tutela tutti allo stesso modo e io non mi sento a mio agio. Tu fai le cose con passione, ma ti mettono in un angolo e ti fanno sentire inadeguato». Poi, parla del presidente federale: «Carraro è una persona cortese e non ho problemi a livello personale con lui, ma devo tutelare l'Inter e credo che la responsabilità di questa situazione sia sua». Infine, una battuta sul possibile ritorno di Ronaldo: «Se è integro fisicamente ci si può pensare». Mancini, invece, si sofferma sulla vittoria e la gestione arbitrale della gara: «Era importante tornare a vincere. Gli arbitri si fanno condizionare troppo da ciò che si dice in settimana; capita che non ammoniscano per mesi, poi di colpo tirano fuori il rosso per dei falli normali». Sui sorrisi sarcastici di Moratti in tribuna, a sottolineare il disappunto per l'operato di Dondarini, Mancini commenta: «Nel secondo tempo l'arbitro ha fatto cose che ti fanno sorridere... per non fare altro».