Ronaldo smargiasso Rooney nella morsa

5 VAN DER SAR. Deve sentirsi come un pollo allo spiedo quando Kakà gli batte il tempo della serata: pioggia e palloni avvelenati. Seedorf gli fa capire quanto sarebbe dura la vita se fosse ancora in Italia. I riflessi sono sempre quelli: lenti.
5 O’SHEA. Tien botta se gli arriva addosso Jankulovski, molto meno se arriva gente più guizzante.
Dal 32’ st SAHA sv.
5 BROWN. Si affanna, ma finisce sempre nel mezzo delle torture milaniste: Kakà, Inzaghi e Seedorf, quando decidono di passare centralmente, gli fanno venire i giramenti di testa.
5 VIDIC. Pronti via e magari si pente di essere della partita. Kakà se lo gioca e lui corre dietro affannato. Fisicamente si fa sentire, ma nel breve finisce contro tutti i paletti. Più rassicurante quando può intervenire con i ritmi suoi.
5,5 HEINZE. Sembra l’uomo del vorrei ma non posso. Gioca sulla fascia, tien d’occhio il sopraggiungere di Oddo che non è proprio un mostro, quando avanza serve cross da pensatore indeciso.
5 FLETCHER. Insipido e freddo, quasi mai cambia passo: cerca di infilarsi nei varchi della difesa milanista, ma sembra soprattutto accademia. Come fosse in allenamento.
5,5 SCHOLES. Il maestro di cerimonia non trova adeguata compagnia. È l’uomo che non ti fa mai sentir solo, ma forse sono gli altri a lasciarlo nell’inquetudine e nella solitudine. Tignoso e combattivo, ma con qualche marcia in meno rispetto alla fama.
5,5 CARRICK. Grande e grosso, si piazza davanti a chiunque passi, ma riesce a tener botta solo con Ambrosini. Troppo spesso si trova in spazi vuoti e troppo più grandi di lui. Ma forse non è colpa sua.
5,5 RONALDO. Si presenta con la smargiassata che più gli piace: tacco e doppio passo. E il pubblico di San Siro gli fa sapere che non siamo al giardino zoologico: diluviano fischi. Forse ci resta male ed allora entra nella partita solo a ragion veduta. Un po’ poco.
5,5 GIGGS. A forza di dire sempreverde non ci accorgiamo che l’età passa. Fatica a trovare una sua dimensione. Quando pesca spazi è ancora un cobra, prova i riflessi di Dida e li trova perfino reattivi. Ma sono le sue gambe meno rapide di altre volte e quasi mai fa venire la lingua fuori agli avversari.
5 ROONEY. Tra Nesta e Kaladze potrebbe trovare l’occasione da non perdere. Ma il duo ha studiato bene la lezione e Wayne coyote urla alla luna.
ALLENATORE: FERGUSON 5 Deve aver dimenticato il primo tempo di Manchester. Il Milan replica e stavolta con una difesa più attenta. La sua fama ne perde un po’.
ARBITRO: DE BLEECKERE 6,5 Lascia giocare e ammonisce solo se serve.