Ronaldo torna e si fa un occhio nero

Il fenomeno in campo 28 minuti con la maglia del Corinthians: ancora notevolmente impacciato, ha regalato però sprazzi della classe che fu. E alla fine, per sfuggire ai giornalisti, è incocciato contro un microfono

A volte ritornano. E in questo caso il rientri di Ronaldo come calciatore è un aveneto atteso, se non altro per vedere se il brasiliano riuscirà a battere ancora una volta la sfortuna. Ronaldo è stato finalmente protagonista con la maglia del Corinthians: il «Fenomeno» ha giocato i 28 minuti finali della partita vinta contro il modesto Itumbiara nella Coppa del Brasile.

L'attaccante era al rientro dopo l'operazione al ginocchio sinistro alla quale è stato sottoposto a febbraio dell'anno scorso: è entrato in campo quando il Corinthians già conduceva per 2-0. Ovviamente il risultato tecnico è stato imbarazzante: ancora lontano dallo stato di forma ottimale e senza ritmo di gioco, Ronie s'è fatto vedere per alcuni ottimi lanci e qualche pregevole scatto, ma le sue movenze sono apparse a dir poco impacciate. Tuttavia la sua prestazione è stata giudicata positiva e dopo il battesimo con la sua nuova maglia, Ronaldo potrà giocare titolare domenica, quando il Corinthians affronterà a San Paolo il Palmeiras, per il campionato paulista. L'ultima partita, Ronaldo l'aveva giocata 13 mesi fa in Italia, il 13 febbraio del 2008, un Milan-Livorno a San Siro che aveva dato inizio al suo ennesimo calvario.

Piccolo incoveniente della giornata: a fine della partita, uscendo dal campo, l'ex Pallone d'Oro è stato circondato da giornalisti, cameramen e fotografi ed è uscito dalla ressa con un occhio nero, il destro, dopo essere stato colpito fortuitamente da un microfono. Un ricordo dell'inizio della sua nuova carriera.