Ronchi-Praga, l’asse delle bollicine

Resta a galla sulle bollicine Andrea Ronchi (nella foto), ministro per le Politiche comunitarie, che ha trovato una spalla di lusso nella presidenza ceca di turno alla Ue. La battaglia è tosta, il rivale un osso duro. Il braccio di ferro è con gli Usa per le acque minerali. Washington ha imposto dazi pesantissimi sui nostri prodotti mettendoli fuori concorrenza rispetto ai rivali francesi che pagano pegno sui formaggi. La manovra risponde all’embargo europeo contro le carni americane agli ormoni. Praga ha sostenuto l’Italia e a maggio porterà al Wto l’impugnazione dei dazi Usa. Se avrà successo, cin cin con l’acqua minerale.