Ronchi vuole alleggerire il prezzo dei pannolini

Sul fronte del Forum Ue per i diritti dei minori sarà l’europarlamentare Roberta Angelilli a battersi per ottenere sgravi fiscali importanti su tutti i servizi per l’infanzia. La Angelilli, promotrice di un appello, già firmato da molti sindaci europei, in testa quello di Roma Gianni Alemanno, presenta insieme a Ronchi l’iniziativa «Meno tasse per l’infanzia».
«Per ogni governo a prescindere dalla collocazione politica la difesa e la promozione della famiglia devono essere un obiettivo morale prima che politico - dice la Angelilli -. Noi vogliamo costruire l’Europa della solidarietà, della sussidiarietà dell’aiuto ai più deboli. E vogliamo che l’Italia sia la portabandiera di questa battaglia». Gli sgravi fiscali destinati alle famiglie possono influire positivamente sia sulla crisi della natalità sia sulle nuove povertà.
«Per i pannolini non si spendono meno di 400 euro all’anno, per il latte in polvere in media circa mille euro all’anno, un cambio di stagione non costa meno di 150 euro e un kit per il bimbo appena nato grava sul bilancio famigliare per almeno 350 euro spiega la Angelilli -. Cifre che molte famiglie non possono permettersi di sostenere».
Sono molti gli Stati Ue che condividono con l’Italia la volontà di offrire aiuti concreti alle famiglie.