Ronde antispaccio: due feriti

È alta la tensione a Torino nella zona vicina al «Tossic Park» (così è stato ribattezzato il parco Stura, nel quartiere torinese di Barriera Milano-Falchera), diventata ormai dominio di spacciatori e drogati. Dopo gli incidenti scoppiati l’altro ieri sera, quando i residenti hanno deciso di «farsi giustizia da soli» con ronde e presidi alle fermate degli autobus, ieri la polizia ha deciso di presidiare la zona. Gli abitanti però non ci credono più. Mattino, pomeriggio e sera lo spettacolo è sempre lo stesso, nonostante i continui blitz delle forze dell'ordine: frotte di spacciatori e tossicodipendenti gremiscono l'area verde diventata una sorta di mercato a cielo aperto della droga.
Mercoledì sera c'è stata l’ennesima «azione di disturbo» dei residenti, ma qualcuno è andato oltre. Un gruppetto di giovani armati di bastoni e mazze ha aggredito due uomini alla vicina fermata «Falchera» della linea 4. Sono rimasti contusi Sabatino Martella, 40 anni, di Beinasco (Torino), che ha rimediato ferite al volto guaribili in 25 giorni, e Franco Gagliardi, 29 anni, senza fissa dimora, medicato per contusioni al volto che guarirà in otto giorni. L’ episodio ha riacceso la tensione in un quartiere dove da mesi è forte la protesta dei residenti e dove a ottobre due pusher africani annegarono nel fiume per sfuggire all'arresto.