Ronde già vecchie: la Lega ora arruola l’esercito comunale

Cesarino Monti, assessore alla Sicurezza di Lazzate e neo senatore della Lega, affronta l’emergenza sicurezza. Ancora una volta a modo suo. La giunta ha approvato un «bando di reclutamento» per il Gruppo volontario di ausilio territoriale. Dalle parole ai fatti. Lui, Cesarino, è già passato oltre le ronde padane. Nella patria del Carroccio, dove un elettore su tre stravede per Umberto Bossi, l’ex sindaco ha stabilito che non bastano i volonterosi militanti leghisti, serve l’inquadramento. Bisogna reclutare, un po’ come fanno le forze armate. «Abbiamo preso atto – spiega raggiante - dell’esigenza di maggior sicurezza. Quindi abbiamo approvato la costituzione del Gruppo volontario. L’esecutivo ha finalmente definito il bando di reclutamento, già nelle prossime settimane si potrà presentare domanda». Tanti leghisti le pensano, lui, Cesarino, le fa. Ecco il suo «esercito». «Abbiamo già deciso di acquistare un’auto con i colori della Regione come prima dotazione per il gruppo, che pattuglierà il territorio la sera e nei giorni festivi. Non sarà un’iniziativa estemporanea ma un servizio ufficiale di controllo, sorveglianza e prevenzione di crimini». Garante di tutto: naturalmente l’amministrazione comunale. Sempre lui. Sempre sul fronte dell’emergenza sicurezza, gli esercenti iscritti all’associazione di Seveso ascolteranno i consigli prima del capitano dell’arma Luigi Spenga, poi quelli del tenente Giuseppe Mercatali. Agli appuntamenti parteciperanno i comandanti delle polizie locali di tredici comuni. Obbiettivo: spiegare alle potenziali vittime i comportamenti da assumere. A Paderno Dugnano, il sindaco Gianfranco Massetti ha chiesto ai commercianti di attivarsi per monitorare movimenti «strani» che avvengono in città in modo da segnalarli tempestivamente e con la garanzia della massima riservatezza. In pratica vuole mille telecamere umane. «Abbiamo aderito volentieri alla richiesta del primo cittadino – spiega Pierino Favrin – presidente dei commercianti locali. Intendiamo fornire il massimo impegno per la nostra sicurezza e quella di tutti i padernesi».