Ronie, 8 ore di fatica Briatore «tenta» Billy

da Milanello

Ronaldo comincia la rieducazione parte seconda. È la sua ennesima rincorsa alla piena salute, partita ieri a Milanello con circa 8 ore di allenamenti, tra piscina ed esercizi specifici. Nessuno azzarda previsioni: la data civetta è quella della prossima sosta della nazionale, a metà ottobre. O subito prima o subito dopo Ronaldo potrebbe tornare in campo con il Milan e dimenticare la recente disavventura. «Al momento il Milan può fare a meno di Ronaldo» spiega Adriano Galliani che ha tra i suoi obiettivi dichiarati quello di recuperare il prestigio perduto dello staff sanitario, svergognato dalla vicenda. Nel frattempo Ancelotti è alle prese con l’organizzazione della trasferta di Siena su cui pesano gli impegni delle singole nazionali. Due i rossoneri giunti a Milanello particolarmente affaticati e cioè Pirlo e Kakà (in gol contro il Messico): sabato sera potrebbero partire entrambi dalla panchina ed essere rimpiazzati da Emerson il primo e da Seedorf il secondo. Gourcuff, rientrato con una caviglia ko, dovrebbe restare fuori mentre Jankulovski risulta galvanizzato dal gol inflitto all’Irlanda decisivo per far vincere la sua nazionale.
Dall’Inghilterra rimbalzano notizie sui progetti del Queens Park Rangers, il club calcistico acquistato da Flavio Briatore riferiti all’idea di tesserare come allenatore Alessandro Costacurta, attualmente nello staff tecnico rossonero col ruolo di assistente di Ancelotti. Briatore e Galliani, a cena sabato sera dopo Italia-Francia, con Arsen Wenger, non hanno mai discusso dell’argomento.