Rooney contro la federcalcio: «Niente spot»

«La squalifica è ingiusta. Entro in sciopero». È il contenuto di una lettera che Wayne Rooney ha inviato alla federcalcio britannica, minacciando di boicottare tutte le campagne pubblicitarie della Football Association. L’attaccante del Manchester United è andato su tutte le furie dopo che la federazione lo ha squalificato per tre turni in seguito all’espulsione rimediata nell’amichevole giocata ad Amsterdam contro il Porto. La lettera è stata inviata da Paul Stratford, agente di Rooney, e ha il pieno appoggio del Manchester. Rooney sta verificando anche la possibilità di adire a vie legali. Un’iniziativa che potrebbe colpire profondamente le casse della Fa, in quanto dopo il taglio di David Beckham dalla nazionale, Wayne è diventato il giocatore più rappresentativo e appetibile commercialmente secondo i pubblicitari. La squalifica dovrebbe scattare dal 23 agosto, intanto Rooney ieri è andato a rete nell’esordio in Premier league con il Manchester.