Rosa nel pugno a San Vittore per rivendicare l’amnistia

Domani mattina, in occasione della seduta della Commissione giustizia della Camera dei Deputati sulla questione dell’amnistia, la Rosa nel Pugno di Milano ha organizzato un presidio davanti al carcere milanese di San Vittore. L’appuntamento è in piazzale Aquileia alle ore 11.30. I rappresentanti dei radicali, socialdemocratici e Nuovo Psi tornano dunque a protestare davanti al carcere dopo la manifestazione organizzata il giorno di Natale, quando i sostenitori della protesta aderirono a una vera e propria marcia «per sollecitare un provvedimento di amnistia ed indulto - era il motto -, come primo passo per avviare una profonda riforma del nostro sistema giudiziario». La Rosa nel pugno denuncia i nove milioni e mezzo di processi arretrati in Italia, 850mila casi archiviati per prescrizione, tre anni per il primo grado di giudizio, cinque e mezzo per l’appello. Da qui, sostengono i Radicali, deriva lo «scandaloso sovraffollamento e l’invivibilità, oltre il limite dell’emergenza sociale e sanitaria, delle nostre carceri, dove il tasso dei suicidi è 19 volte quello esterno».