La Rosa di Prodi

Sarà forse pubblicità, o come si dice adesso, marketing. Sarà il desiderio di vedere il nuovo libro in mano agli italiani, il fatto è che Prodi torna in pista. Tranquilli, non si ricandida. Almeno per ora. Ricomincia a mettere fuori di casa il suo prestigioso faccino e lo fa dalla platea della Rosa Bianca, l’associazione dei cattolici democratici progressisti che ha organizzato in Trentino una scuola estiva di formazione politica. Il suo intervento è in programma per il 29, secondo della tre giorni che renderà omaggio al giornalista Rai, Paolo Giuntella, tra i fondatori del movimento. Insomma, si ricomincia dalle piccole platee. Poi si vedrà, nell’arena politica a volte tornano...