Rosa: "La verità? Li ho ammazzati tutti io..."

La donna rivela al marito di essersi attribuita i delitti e lo rassicura: ci vedremo più spesso

Pubblichiamo ampi stralci della seconda parte del colloquio in carcere tra Olindo Romano e Rosa Bazzi del 10 gennaio, dopo la confessione resa dalla Bazzi. La trascrizione è stata eseguita dai carabinieri di Como il 1° giugno 2007.
10 gennaio 2007
Rosa: Ciao.
Olindo: Ciao.
I due si salutano con un bacio.
Rosa: Allora (incomprensibile) ho fatto un incontro con loro, ho detto tutta la verità, son stata io a ucciderli tutti...
Olindo: No, aspetta, hai detto proprio il vero vero???
Rosa: Vero vero.
Olindo: No, perché io sono (incomprensibile)... dopo di te.
Rosa: No lascia perdere... Loro mi han detto quello che tu hai detto eeeee... Grazie... quello che hai detto tu... E io dicevo sì è vero, no non è vero...
Olindo: No, non è vero...
Rosa: Ecco, tutto qui. Io ho fatto una cosa prima...
(...)
Olindo: Ci possiamo vedere...
Rosa: Ci possiamo vedere almeno una volta al mese...
Olindo: No, ha detto anche di più ha detto...
Rosa: Ecco. Mi ha detto che...
Olindo: Adesso ci vediamo dopodomani dal giudice... Che...
Rosa: Okay... (...) Sì... Okay... Allora ehhhhh dopo io ho chiesto una cosa... Ti mettono in un altro reparto... Cioè... Più tranquillo.
Olindo: E che ci possiamo anche vedere.
Rosa: Che ci possiamo vedere, nel senso che ti mettono in un reparto... Ci lasciano la porta... Questa...
Olindo: Anche io ce l’ho (incomprensibile) spioncino... Io (incomprensibile)
(...)
Rosa: Ecco...
Olindo: Poi mi ha detto l’avvocato (abbassa la voce)... che ci faranno fare la visita psichiatrica...
Rosa: (bisbiglia come se parlasse all’orecchio dell’uomo, incomprensibile)
Olindo: (risponde bisbigliando a sua volta) Se ti mandano in un ospedale psichiatrico (incomprensibile) anche a me...
Rosa: (riprende a parlare a voce normale) E poi ho chiesto se posso fare qualche cosa, qualche lavoro...
Olindo: Sì, anche a me, ho chiesto lo psicologo che... Dopo più avanti...
Rosa: Dopo più avanti, così qualcosa che ci danno di soldi, poi... Poi un’altra cosa, qui c’è una scuola...
Olindo: Sì, me lo ha detto...
Rosa: Ecco, chiedi, guarda che non sono cattivi eh.
Olindo: No no no.
Rosa: No, veramente, io ho trovato delle brave persone.
Olindo: Infatti anche io, non sapevo come comportarmi perché non sapevo come finiva, poi quello che c’era lì mi ha spiegato tutto e allora... Effettivamente non volevo fare il primo passo senza prima sentire te.
Segue parte incomprensibile con le voci che si sovrappongono.
(...)
Rosa: (risata e bacio)... Poi tieni pulito la mattina...
Olindo: Sìììì (incomprensibile) sennò vengono...
Rosa: Ecco... No, non ci possono vedere, cioè sono lì fuori ma non ci sentono...
Olindo: No mica per quello...
(...)
Rosa: Okay...
Entra un secondino che li invita a seguirli.
Rosa: Okay... Ciao (si scambiano alcuni baci) (...) Ciao bel figo.
Esce dalla stanza. Fine conversazione.