Rosaria Schifani «L’antimafia sia unita»

«Non possiamo fare come i mafiosi che s’ammazzano fra loro». A 17 anni dalla morte nella strage di Capaci del marito Vito, agente della scorta di Falcone, Rosaria Schifani attacca in un’intervista che sarà pubblicata su «S» le «gelosie interne e divisioni» che minano l’antimafia. «Sono nate tante cose importanti negli ultimi anni, penso ad «Addiopizzo», alla rete «Libera», alle denunce di imprenditori coraggiosi. Il mio dubbio è che però i continui attriti dell’antimafia portino se non a una vittoria, a una rivincita della mafia»