Rosi: «Truccati i guantoni di Rosella»

San Marino. C’è uno strascico giudiziario al drammatico ko che il pugile perugino Rosi ha subito l’altra sera a San Marino contro il francese Rosella per il mundialino dei pesi medi. Su richiesta della moglie e del suo staff la gendarmeria di San Marino ha proceduto ieri al sequestro dei guantoni e del corredo d’angolo del pugile francese «per ragioni di necessità e di urgenza». A Rosella è stato chiesto di eleggere domicilio presso uno studio legale della Repubblica del Titano.
All’11ª ripresa Rosi era stato colpito da un sinistro e, cadendo sulle corde, aveva subito un colpo di frusta alla nuca. Ricoverato all’ospedale e la Tac aveva evidenziato una emorragia interna.