Rosolino medaglia di legno

I mondiali di nuoto sono cominciati con inquietanti scricchiolii azzurri. La staffetta 4x100 (secondo miglior tempo stagionale) si è fatta eliminare in batteria e Max Rosolino non è andato oltre il quarto posto - la micidiale medaglia di legno - nei 400 stile libero dominati dall’australiano Grant Hackett davanti al russo Prilukov e al tunisino Mellouli. Più degli italiani è affondato Michael Phelps: annunciato come l’uomo in grado di entrare nella leggenda vincendo le otto gare, ha steccato alla prima. È rimasto fuori dalla finale.