Rossi tra la Ducati e la forma migliore

Brno. Il primo turno di prove dopo la breve pausa estiva della MotoGp non vede mutati gli equilibri della classe regina. Jorge Lorenzo, su Yamaha, ha chiuso al primo posto le libere, nonostante il suo compagno di squadra Valentino Rossi - che si sta ristabilendo dopo la grave frattura a tibia e perone - abbia tentato subito di prevalere. Il nove volte campione del mondo - che domani annuncerà il passaggio dalla Yamaha alla Ducati - ha imposto immediatamente il suo ritmo, ma nel finale del tempo a disposizione, prima che iniziasse a piovere, Lorenzo ha rimesso le cose a posto, conquistando il miglior tempo. E davanti a Valentino si è piazzato anche Dani Pedrosa con una Honda sempre più ammirata per le prestazioni del suo motore.
«A noi manca un po’ di allungo - ha detto Valentino - ma la Honda ha davvero un gran motore». Rossi, che ha girato a Brno prima del suo rientro in gara nel Gp di Germania, in sella a una Superbike, aveva già in testa la pista, ma questo vantaggio è durato poco. «Può andare bene per i primi 20 minuti - aveva detto Rossi - poi anche gli altri arrivano». E infatti, nonostante la partenza a razzo, Vale si è dovuto accontentare, per così dire, del terzo posto. «Non è andata male - ha detto - all’inizio del turno però, mi facevano un poco male sia la spalla che la gamba. Questa è una pista dove ci sono più curve a destra e quindi sento più dolore, però la mia condizione sta migliorando e ce la faccio a guidare bene».
«Abbiamo provato dei nuovi set up - ha spiegato Vale - un pochino diversi per cercare di fare più forte le curve ed è stato positivo. Peccato che alla fine abbia piovuto, perchè abbiamo ancora altre cose da portare in pista che secondo me ci potevano dare una mano ad andare più veloce». Soddisfatto di come è andato il turno di prove? «Si - afferma Rossi - sono terzo. Sono andato un pochino più piano perchè negli ultimi 15 minuti li abbiamo persi e perchè poi penso che la pista non era in buonissimo stato, speriamo che migliori domani». «Ci sono due o tre punti dove perdo tempo - ha precisato - perchè mi manca un pò di forza. Non sono pronto per vincere, l’ho già spiegato».
E se domani dovesse piovere? «In caso di pioggia faccio meno fatica - dice Rossi - ma è più facile fare un errore, quindi devo stare ancora più attento. Spero comunque che sia asciutto». Riguardo al test di lunedì, ci sarà materiale da provare? «Ho sicuramente da verificare dei set up che abbiamo in mente - afferma Rossi - quindi sarò in pista lunedì. Poi se ci sarà del materiale per il finale di stagione vorrei certamente provarlo, sono pronto».