Rossi: «Ibra? Il mio Palermo prescinde dalla sua presenza»

Delio Rossi: «Ppossiamo scrivere una pagina di storia per Palermo e la Sicilia. Essere arrivati fino a questo punto è motivo d'orgoglio. Ho detto ai ragazzi che la prossima sarà una sfida completamente diversa dall'andata: esiste solo questa partita».

Palermo - Milan, ritorno di semifinale di coppa Italia si è acceso dopo le dichiarazioni dell'entourage rossonero. Il Milan neo campione d'Italia vuole giustamente celebrare il titolo con una finale all'Olimpico, e la dirigenza promette ricompense extra in caso di raggiungimento dell'obbiettivo. Maurizio Zamparini spavaldo non mette neppure in dubbio la qualificazione della sua squadra. Atmosfera calda: «Le mie sensazioni alla vigilia di una semifinale di ritorno di Coppa Italia non sono diverse da quelle delle precedenti sfide, perchè considero ogni allenamento una finale. È questo il mio modo di interpretare il calcio - ha dichiarato in conferenza stampa pre partita Delio Rossi -. Sarà una serata nella quale possiamo scrivere una pagina di storia per Palermo e la Sicilia. Già il fatto di essere arrivati fino a questo punto è motivo d'orgoglio per noi. Ho detto ai ragazzi che la prossima sarà una sfida completamente diversa dall'andata: esiste solo questa partita. Sono convinto - ha aggiunto l'allenatore -, che disputeremo una grande partita. Non dobbiamo pensare che sia la partita della vita, perché sarebbe il ragionamento sbagliato di chi ritiene che non avrà mai più un'occasione del genere. Bisogna essere ottimisti e pensare di avere davanti a noi grandi sfide, magari più importanti di questa. Ibra? Le mie scelte prescideranno dalla sua presenza in campo».