Rossi: «Con il Milan voglio una prova Real»

Assente Ledesma, operato questa mattina. Ancora in dubbio Rocchi

Dopo la serata di gala e il pareggio di mercoledì (2-2) contro i «galacticos» del Real Madrid, la Lazio si rituffa nel campionato con il posticipo delle 20.30 contro il Milan di Carlo Ancelotti. Un appuntamento al quale le due squadre arrivano appaiate in classifica (entrambe a 7 punti) e con molti acciacchi. I rossoneri si presenteranno all’Olimpico senza Jankulovski e con Pirlo e Seedorf in forse. Delio Rossi dovrà fare sicuramente a meno del regista Cristian Ledesma, che questa mattina verrà operato alla clinica Paideia dal professor Volpati. L’argentino, infortunatosi venerdì in allenamento, sarà sottoposto a un intervento in artroscopia per la lesione del menisco laterale del ginocchio sinistro: tempi di recupero tra le 3 e le 4 settimane. L’augurio di Rossi è quello di riavere Ledesma per il derby di mercoledì 31 ottobre (appuntamento che nel dicembre scorso lo vide protagonista) o, nell’ipotesi peggiore, per il ritorno casalingo di Champions contro il Werder Brema di martedì 6 novembre. A proposito della stracittadina, ieri sono arrivate le dichiarazioni del presidente dell’Osservatorio del Viminale, Felice Ferlizzi: «Sento già parlare di spostamenti di orari, ma voglio essere ottimista».
«Mi auguro di vedere una partita di livello come quella contro gli spagnoli - ha spiegato ieri un influenzato Rossi -. Temere un calo? Se fosse così daremmo prova di non essere maturi. Ci può stare che una gara venga meno, ma non credo ci sia questo pericolo». Sul momento difficile dei rossoneri il tecnico romagnolo taglia corto: «Ho visto le sconfitte del Milan contro il Palermo e il Celtic ma non mi sembra una squadra malata, non riesce a fare risultato. Il Milan è una grande e sarà più accorta del Real. Mi aspetto quindi una formazione determinata e consapevole della sua forza». In dubbio Rocchi mentre in difesa ballottaggio tra De Silvestri e Berhami, ancora non al meglio. Manfredini in pole position per la sostituzione di Ledesma, con Mutarelli nel ruolo di centrale. L’arbitro sarà Morganti di Ascoli. Infine due curiosità: la Lazio non batte il Milan in casa da quasi 10 anni (8 febbraio ’98). Questa sera la curva nord premierà i due grandi ex, Favalli e Oddo. Per quest’ultimo anche le parole di Rossi: «È stato un motivo d’orgoglio vederlo alzare la coppa dei Campioni».