Rossi: «Se vinciamo mi tuffo di nuovo»

«Se segno faccio una follia». «Se vinciamo noi mi tuffo nella fontana come l’altra volta». Meno uno al derby che qualche addetto ai lavori vuol farci credere importante. Lo è di sicuro per Vucinic che spera di buttarla dentro e risollevare le sorti di una stagione fallimentare. Lo è anche per Delio Rossi che spera di continuare a sovvertire i pronostici e a nuotare beffardo nelle fontane capitoline. Meno sicuri di vivere un memorabile evento i tifosi. In particolare quelli della Roma, scottati dai sette pallini, sempre di moda nelle magliette inglesi e negli sfottò laziali. C’è poi l’imminente finale di Coppa Italia, il 9 maggio, che meriterebbe risparmi energetici. Dunque, non sorprende che più dello scommessone e degli sghignazzi di suor Paola i tifosi si preoccupano degli acciacchi di Totti in vista dell’Inter. Non dovesse farcela c’è pronto Mirko Vucinic, il montenegrino scalpita: «Stiamo preparando la vendetta. All’andata abbiamo perso 3-0, stavolta vogliamo gioire noi. Se segno cosa faccio? Impazzisco dalla gioia. Farò una pazzia...».
In casa Lazio qualche battito cardiaco in più. In fondo c’è da conquistare il posto nei preliminari di Champions. Formello è un viavai di tifosi in festa. Qualcuno chiede la luna, un settebello ai cugini in stile Manchester. Altri si «accontentano» della vittoria e dell’espulsione di Totti, la cui assenza sa di tormentone pretattico. «Secondo me Francesco giocherà» azzarda bomber Rocchi. Non voglio dire che non credo all’infortunio, penso solo che la vicenda sia stata leggermente ingigantita». Naturalmente punta a bissare il successo dell’andata: «Non sarà semplice ma ci proviamo anche se la Roma è favorita ed è giusto che sia così considerato il gran campionato che sta facendo». Per mister Rossi stavolta la scommessa pare più soft: una maratona karaoke. Ma ci sarebbe, sempre in caso di vittoria, anche una parte di scommessa più eclatante, tipo il tuffo dell’andata. Il contenuto è segreto, di certo si sa solo che l’appuntamento sarà alle 22 con Suor Paola. Come si pensava, comunque, una volta scoperta la scommessa, il tecnico, senza nemmeno pensarci sopra, ha voluto smentire tutto. Esattamente come aveva fatto all’andata.
Per la Snai e per i bookmaker inglesi (difficile però controllare le quote visto che sono oscurati, l’unica possibilità è cliccare su bestbetting.com), la Roma parte favorita sui cugini. Per William Hill giochi 4 e prendi 5, da lasciar perdere. La Lazio è data 21 a 10, non male. Il pareggio paga doppio. La lista dei possibili primi marcatori vede invece Totti in cima per quota.