Rossi si illumina: «Una vera impresa»

Tra i migliori Behrami, al ritorno dal primo minuto: «Il nuovo ruolo? Tutto bene Una vittoria importante giunta dopo tanti sacrifici»

da Parma

La Lazio chiude l’anno solare con una franca vittoria a Parma (la quarta in trasferta dall’inizio della stagione) importante in chiave di una possibile rincorsa alla Champions League. E la squadra vista ieri al Tardini è sembrata davvero a dimensione dell’Europa che conta, giusto mix tra tecnica e carattere. Quel carattere che ha permesso ai ragazzi di Delio Rossi di reagire al micidiale uno-due di inizio partita: espulsione di Siviglia e gol parmense di Budan. Ne è seguita una vera furia biancoceleste, con un quarto d’ora in cui la Lazio ha dato spettacolo e Stendardo, Pandev e Rocchi hanno chiuso la partita. Poi un secondo tempo di tranquilla gestione con i biancocelesti affaticati che non hanno concesso più di un paio di occasione agli emiliani. Finale 3-1 e il quarto posto soltanto a un punto, anche se il Catania, che occupa attualmente l’ambita posizione, deve recuperare la partita contro l’Empoli, rinviata per maltempo. E quindi i punti che in questo momento dividono la Lazio dalla Champions potrebbero essere anche 4. Ma poco importa: le vere rivali dei biancocelesti per l’Europa dei grandi saranno probabilmente altre: nella fattispecie Fiorentina e Milan, come la Lazio penalizzate e come la Lazio in grande rimonta.
Ma questi sono sogni. Quel che è certo è che sarà un buon Natale in casa Lazio. E il sorriso più smagliante è quello di Valon Behrami, che dopo lo scampolo di partita contro l’Inter mercoledì scorso, ha ieri giocato la sua prima partita in campionato dal primo minuto. Una partita giocata dallo svizzero in un ruolo per lui inconsueto, quello di laterale difensivo. «In questa posizione mi sono trovato bene», ha detto laconico Behrami. Che invece ha voluto sottolineare il carattere della squadra. «Sono contento anche perché la vittoria è arrivata in maniera particolare, con tanti sacrifici». Una vittoria che avvicina i biancocelesti al quarto posto. «Credo che la Lazio con questa umiltà e questo spirito di sacrifico possa fare bene, anche se i nostri obiettivi vanno fissati settimana dopo settimana, è difficile dire ora dove saremo tra tre mesi. So solo che vincere questa partita è stato bellissimo».
Molto soddisfatto Delio Rossi, che sottolinea gli attributi dei suoi. «I ragazzi sono stati bravissimi - dice il tecnico romagnolo - hanno fatto una partita incredibile, una vera impresa. Non era facile vincere dopo essersi trovato dopo un quarto d’ora con un uomo in meno e sotto di un gol ma loro ci hanno creduto fino all’ultimo. È davvero una bella vittoria».
I giocatori si sono salutati con il sorriso sulle labbra. Si ritroveranno il 2 gennaio per la ripresa della preparazione in vista del prossimo turno, che vedrà la Lazio il 14 gennaio impegnata all’Olimpico contro il Siena nel posticipo serale.