Rossini ride e piange a Pesaro E a Gorizia c’è un imperatore nostalgico

Ecco segnalati in breve alcuni dei più importanti eventi culturali delle prossime settimane che avranno luogo in alcune città italiane.
DUE TERRE, UNA SOLA MUSICA
Domani e dopo al Festival di Ravello la West-Eastern Divan Orchestra fondata e diretta da Daniel Barenboim offrirà agli appassionati di musica classica due concerti imperdibili. Il cast vocale è di alta levatura: il mezzosoprano Waltraud Meier, oggi tra i massimi interpreti wagneriani, il tenore Simon O’ Neill, il basso Sir John Tomlinson. Saranno accompagnati da musicisti arabi e israeliani, riuniti insieme sotto l’egida di Richard Wagner: la serata di domani prevede infatti brani tratti da I maestri cantori di Norimberga, Tristano e Isotta e l’intero primo atto della Valchiria, mentre quella di martedì offrirà musiche di Haydn, Schoenberg e Brahms. Per informazioni: 089858422.
ROSSINI TRA IL SERIO E LO STRAVAGANTE
A Pesaro, fino al 23 agosto, si potrà attraversare l’intera gamma di emozioni che la musica può offrire, con il Rossini Opera Festival. C’è il Rossini serio, quello di Maometto II ed Ermione, quello drammatico ma a tratti giocoso di L’equivoco stravagante, di rara esecuzione, e poi concerti, recital, e il tradizionale Viaggio a Reims, messo in scena con i migliori giovani dell’Accademia Rossiniana. Informazioni, tel. 07213800294.
RICORDANDO L’IMPERATORE
Nell’occasione del genetliaco degli ultimi due sovrani dell’Impero Austro-ungarico (Francesco Giuseppe e Carlo) si svolge anche quest’anno a Cormòns, a Gorizia, vicino al confine con la Slovenia, la 160ª festa dei Popoli della Mitteleuropa. Sabato 16 a Brazzano, dopo una cerimonia in memoria di tutti i caduti e le vittime delle guerre europee fratricide, ci saranno spettacoli, melodie, concerti e banchetti con piatti tipici della Mitteleuropa. Domenica 17 a Cormòns, dopo la Messa solenne dell’arcivescovo di Gorizia con preghiere, canti e letture nelle varie lingue mitteleuropee, avranno luogo diversi concerti di artisti e complessi di Austria, Croazia, Repubblica Ceca, Slovacchia, Slovenia, Ungheria, Friuli e Trieste. Informazioni, tel. 0432204269 oppure 0481533233.