Rosso (Fi) e Plinio (An): «Ora sentiamo le psicologhe»

«È l’ora di fare chiarezza sul ruolo delle dottoresse della Asl 3 che hanno accompagnato Maria-Vika in Bielorussia». L’appello è del consigliere regionale di Forza Italia Matteo Rosso, che intende decifrare una volta per tutte quale sia stato realmente il ruolo che le due dottoresse - una psicologa e una neuropsichiatra infantile, Laura Battaglia e Antonietta Simi - hanno svolto nella vicenda. E per questo motivo ha presentato un’interpellanza urgente alla quale dovrà rispondere l’assessore alla sanità Claudio Montaldo. Sulla stessa linea la richiesta del capogruppo di An in Regione, Gianni Plinio. «Abbiamo appreso dalla stampa che le autorità bielorusse attribuiscono grande importanza ai referti delle psicologhe della Asl3 che sembrerebbero aver supportato il rimpatrio della piccola Maria - dicono Plinio e Rosso -, dopo aver letto le dichiarazioni della diplomazia bielorussa che scaricherebbe parte della responsabilità sul rimpatrio sulle psicologhe si deve fare chiarezza». E Rosso continua: «Al tempo stesso sarebbe grave, dubbio che neanche voglio accettare ma che ho l’obbligo morale e politico di chiarire dopo le notizie apparse sulla stampa, se dovessimo scoprire dopo tante battaglie fatte per tenere Maria con la sua famiglia a Cogoleto che le specialiste della Asl 3 hanno incoraggiato il rimpatrio e l’allontanamento dalla famiglia italiana». Se l’assessore alla Sanità Claudio Montaldo non risponderà con chiarezza, Rosso annuncia che convocherà in qualità di vicepresidente la commissione sanità.