Rossoblù ad Udine con gli uomini contati Preziosi cede Bocchetti e vuole l’altro Milito

Per il Genoa mercato finito? «Conoscendo il presidente sono convinto che ci sarà qualche colpo a sorpresa. Al momento ha svolto un mercato geniale». Ipse dixit Gianpiero Gasperini. Il primo sembra essere già arrivato. In uscita però. Salvatore Bocchetti non è stato convocato per Udine. Il nazionale azzurro è ormai del Rubin Kazan, formazione russa, che verserà nelle casse del Genoa undici milioni. Un offerta irrinunciabile per la società e per il giocatore che riceverà 3,5 milioni l’anno per tre stagioni. Al suo posto potrebbe arrivare dal Barcellona Gabriel Milito, fratello di Diego. Oppure Fabio Santacroce dal Napoli, con il quale è vicinissimo il prestito di Modesto. Mancano solo gli ultimi dettagli. A questo punto resta da piazzare solo Vanden Borre. Il Milan, intanto, ha comunicato che Kevin Prince Boateng ed il giovane attaccante Giacomo Beretta sono in comproprietà con i rossoblù, e resteranno a giocare con i rossoneri.
Dopo le ultime novità di mercato e con Chico e Kharja out, la formazione che oggi alle 18 affronterà l'Udinese sembra essere decisa. Eduardo in porta, Dainelli, Ranochia e Moretti in difesa. Criscito e Rafinha sulle corsie esterne con Milanetto e Veloso in mezzo al campo. Toni in avanti sarà supportato da Sculli e Palacio. «Cosa mi aspetto? Ai ragazzi adesso non posso chiedere molto, se non quello di creare un gruppo. Al momento la squadra non posso dirla di conoscerla neanche io, dobbiamo verificare moltissimo anche se sono arrivati elementi validi con i quali ci siamo rinforzati». Al contrario l'Udinese ha cambiato davvero poco, «come altre formazioni che comunque si sono rafforzate lo stesso. Troveremo una compagine solida e credo non tanta diversa da quella dello scorso anno, pur con l'arrivo in panchina di Guidolin». Spazio dunque alla vecchia guardia? «Vedremo. È giusto lanciare ed avere fiducia nei nuovi arrivati». Alla presentazione della squadra il Gasperson dichiarava: «Il nostro obiettivo è finire davanti alla Sampdoria», alla vigilia dell'esordio stagionale aggiunge: «Affermazione che mi sembra non sia piaciuta ed allora nel ritiro austriaco spiegai che il principale scopo era quello di vincere lo scudetto». Ci scherza sopra il tecnico di Grugliasco. La sua battuta espressa in Austria, ha trovato però parecchi estimatori. A parte gli utopistici tifosi rossoblù, un dato reale arriva dalle scommesse sulla vincente del campionato. Il Genoa infatti con il 12% di giocate occupa il quinto posto. La quotazione del grifone scudettato è molto buona. Giocando un euro se ne vincono cento. I giocatori si sa che amano rischiare, ma in questo caso il loro rischio sarebbero pagato egregiamente. «L'attacco è l'unico reparto collaudato, con un Toni in più che sappiamo cosa può dare», chiosa il Gasperson. Che crede nell'ex viola.
Forse però ci credono di più gli scommettitori. Infatti secondo i dati forniti dall'Eurobet, il 65%, cioè quasi sette su dieci, hanno indicato Luca Toni come cannoniere della prossima stagione. I tifosi genoani se l'augurano vivamente e possono cominciare a toccare ferro…