Rossoneri delusi E Ronaldinho incanta San Siro

In religioso silenzio San Siro ha accompagnato l’esibizione del pallone d’oro Ronaldinho. Per l’asso brasiliano si è scomodata gente da tutta Italia, al Milan sono arrivate richieste di biglietti dalla Sicilia e lui non ha deluso, immarcabile e determinante.
A partita conclusa l’asso del Barcellona si è preso i complimenti di tutti i giocatori del Milan e alla fine anche gli applausi del pubblico che al momento della sua sostituzione, a pochissimi minuti dalla fine, non aveva trovato la forza di tributargli il giusto riconoscimento.
I tifosi rossoneri hanno lasciato lo stadio delusi, il Milan ci ha provato, ha preso un palo, ci sono ancora altri novanta minuti da giocare al Nou Camp, niente è compromesso. Peccato, è la prima sconfitta casalinga del Milan in questa stagione, quella che brucia di più, la più pesante.
Felici e festosi i tifosi del Barcellona che ieri avevano invaso piazza Duomo e le zone del centro sicuri della loro squadra, convinti che avrebbe portato a casa un risultato positivo. Hanno solidarizzato con i milanesi, bevuto birra e cantato i loro inni senza creare problemi di alcun tipo, un altro bell’esempio di tifo in trasferta. Inoltre ieri sera, per la prima volta in questa stagione di Champions league, hanno occupato una zona del terzo anello dello stadio, contrariamente a quanto era sempre accaduto in precedenza quando ai supporter delle squadre avversarie venivano destinati i posti di primo anello della curva dietro la porta.
Anche all’uscita di San Siro nessun problema e nessun momento di tensione, una bella partita fra due grandi squadre che hanno onorato la competizione più importante d’Europa e che sicuramente daranno vita a un altro incontro spettacolare a Barcellona.