Rotella, uno strappo nella vita

Addio all’artista inventore del décollage, grande protagonista degli anni ’50

L’artista Mimmo Rotella è morto ieri nel tardo pomeriggio a Milano, dove si era trasferito alla fine degli anni Novanta, dopo avere lasciato Parigi. Aveva compiuto 87 anni il 7 ottobre scorso. Nato a Catanzaro nel 1918, Rotella aveva studiato all’Accademia di Belle Arti di Napoli e, dopo un periodo trascorso a Roma, aveva vinto una borsa di studio dalla Fullbright Foundation di Kansas City. A metà degli anni ’50 era tornato in Italia e, dopo una fase di riflessione sulla necessità di utilizzare nuovi strumenti espressivi, aveva inventato la tecnica del «décollage», caratterizzata dallo strappo di manifesti pubblicitari, i cui frammenti venivano incollati sulla tela. Nel 1964, trasferitosi a Parigi, definì una nuova tecnica, la Mec Art. Appartengono agli inizi degli anni ’80 le «Coperture», manifesti pubblicitari ricoperti da fogli che occultano l’immagine sottostante. Nell’aprile 2002 Rotella aveva ricevuto la medaglia d’oro per le arti visive dal presidente della Repubblica. Nel marzo 2005, nella casa natale di Catanzaro, è stato inaugurato un suo museo.