Rotondi «ruba lo stipendio» Dal ministero all’autoironia

In quanto ad autoironia, l’ex ministro Gianfranco Rotondi (nella foto) ha pochi rivali tra i suoi colleghi. «Coi tecnici a Palazzo Chigi mi sento di rubare lo stipendio», ha detto ieri al microfono di Radio24, suscitando ilarità. Scherzi a parte, Rotondi nel suo intervento ha fatto notare che «il governo tecnico annuncia tagli e il premier è senatore a vita». Come a dire forse, che la mano destra risparmia, mentre la mano sinistra spende. Poi il gran finale, con una riflessione tutta privata: «Ho già rinunciato ai vitalizi di consigliere regionale lombardo e universitario. Ora, rinunciare pure a quello da deputato... Se ci arrivo, alla vecchiaia devo anche pensarci».