Roveraro, un ergastolo e 30 anni per due sequestratori. Il killer a processo a dicembre

Il gup di
Milano Giulia Turri, ha condannato all’ergastolo Emilio Toscani e a 30 anni Marco Baldi, ritenuti
responsabili del sequestro del finanziere milanese Gianmario Roveraro

Milano - Ergastolo per Emilio Toscani e 30 anni per Marco Baldi. Il giudice Giulia Turri, del tribunale di Milano, ha emesso la sentenza per il sequestro e l’omicidio del finanziere Gianmario Roveraro (nella foto), rapito il 5 luglio 2006, morto tre giorni dopo e il cui corpo venne ritrovato il 21 luglio nelle campagne di Parma. Il giudice Turri ha confermato le richieste che il pm Alberto Nobili aveva fatto al processo con rito abbreviato il 21 giugno scorso, parlando di «un sequestro coi fiocchi», e motivando la differenza della richiesta di pena tra i due con il diverso ruolo avuto nel sequestro e nell’atteggiamento processuale. Baldi infatti, a differenza di Toscani, era presente quando Roveraro venne fatto a pezzi con il machete procurato da Toscani, che aveva già fornito ai sequestratori anche due pistole. Il giudice Turri rinviato a giudizio il presunto mandante del sequestro, Filippo Botteri. La prima undienza è stata fissata al 4 dicembre