Ruba il cane alla moglie per darlo in pegno a uno strozzino

Ha rubato il cane della moglie per darlo in pegno agli strozzini a cui doveva oltre 3.500 euro, chiesti per poter continuare a giocare alle slot machine. Il fatto è avvenuto in provincia di Milano, vicino a Bollate. L'uomo da diverso tempo era ricorso ai prestiti di uno strozzino. Il debito nel corso dei mesi è salito fino ad arrivare ad oltre 3.500 euro. Speso tutto il proprio stipendio nel gioco, l'uomo si è rivolto ancora una volta allo strozzino chiedendo un prestito di ulteriori 500 euro. A questo punto il cravattaro ha preteso una garanzia sia per poter dargli i soldi richiesti sia come forma di garanzia per il debito arretrato.Da qui la decisione del 55enne che tornato a casa ha rapito il cane della moglie, un pincher nano di due anni, e lo ha consegnato allo strozzino come pegno. La vicenda è finita bene, infatti grazie ad una vincita il 55enne ha potuto saldare parte del suo debito e dopo tre giorni il cane è tornato nelle braccia della sua padrona.