Rubano due borse e chiedono 100 euro Filippini arrestati

Sono le 21 di lunedì in pieno centro a San Donato. Due filippini trentunenni vedono due ragazze che stanno tornando a casa da lavoro. Fingono di voler «attaccare bottone». Quando queste sono arrivate sotto casa le spintonano dentro il portone. Le immobilizzano, e prendono le loro borsette, con soldi e documenti. La mattina dopo le due ragazze denunciano tutto. Alle 19 squilla il telefono di una delle giovani. Uno dei rapinatori avverte: «Se vuoi indietro i documenti prepara 100 euro». La giovane avvisa i carabinieri che preparano una mazzetta segnata. Un’altra telefonata: «Fatti trovare sotto casa e non fare scherzi». Ma all’appuntamento, a scambio avvenuto, i filippini vengono immobilizzati dai militari. Poi l’arresto a San Vittore.