Le rubano il portafogli, medico insegue i ladri in ambulanza

La dottoressa si è accorta del furto nel suo armadietto dell'ospedale psichiatrico di Bari e si è lanciata all'inseguimento di tre tipi sospetti. Ne ha fatti arrestare due e ha recuperato il denaro

Abituata a correre in ambulanza per salvare vite, stavolta ha fatto ululare le sirene per salvare il portafogli. Protagonista della pazza corsa tra le vie di Bari è un medico che si è accorta della sparizione del portafogli e ha reagito con una prontezza degna di uno di quei telefilm americani in cui medici sono un po' maghi della guarigione e un po' detective.
La dottoressa dell'ospedale pediatrico Giovanni XXIII di Bari si è accorta che tre ladri le hanno rubato portafoglio e documenti dall'armadietto di lavoro e li ha inseguiti a bordo di un'ambulanza. Una corsa sfrenata che ha centrato l'obiettivo: la dottoressa è riuscita a far arrestare due malfattori dalla polizia. L'episodio è accaduto a Bari sabato scorso, ma il fatto è stato reso noto solo ora.
La vittima del furto una donna, medico del 118 in servizio all'ospedale pediatrico, mentre era al lavoro, si è accorto di alcuni segni di scasso sulla porta antipanico della saletta del 118 e ha trovato l'armadietto di lavoro aperto, scoprendo che dalla borsetta erano stati sottratti portafoglio e documenti. Avendo notato poco prima tre persone sospette aggirarsi nella zona, il medico è salito a bordo di un'ambulanza e li ha inseguiti, telefonando nel contempo al 113. Due dei tre ladri sono stati bloccati a breve distanza dall'ospedale. Si tratta di Pietro Valrosso e Giuseppe Cassano, entrambi baresi di 21 anni.
Uno degli arrestati aveva con sé un carnet di assegni rubato alla donna, mentre gli altri documenti erano stati abbandonati in strada. Il loro complice non è stato ancora identificato.
Per il momento non sono segnalati provvedimenti invece a carico del medico, il cui uso non proprio ortodosso dell'ambulanza è sì stato utile alla società (oltre che a lei), ma forse un po' azzardato.