Rubano proprio figlio da una casa famiglia

I vigili urbani hanno bloccato una coppia di romeni che stava per fuggire in patria dopo aver rapito un proprio figlio, piccolissimo, affidato ad una casa-famiglia. Il bimbo di otto mesi era stato sottotratto con un sotterfugio venti giorni fa dalla casa famiglia Casa Betania dai genitori ai quali il figlio era stato tolto dal Tribunale dei minori. La coppia è stata fermata ieri mattina dai funzionari della polizia municipale del Nucleo assistenza emarginati (Nae) e del IX gruppo mentre fuggiva verso la Romania su un pullman. Negli ultimi venti giorni una funzionaria del Nucleo specializzato nella tutela dei minori della capitale, Diana Malagrino, ha seguito le tracce del bambino «rubato» riuscendo ad individuare il pullman sul quale sarebbero fuggiti i genitori al quale il bambino era stato tolto perché la coppia è senza fissa dimora ha precedenti penali.