Rubava le scarpe alle donne

da Savona

Chiedeva alle belle donne per strada di consegnargli le scarpe e se queste opponevano resistenza le obbligava afferrandole per i polpacci. Nella sua abitazione sono state trovate duecento scarpe, in parte usate e in parte nuove ancora nelle scatole. Maurizio Giusto, 27 anni, incensurato, di Celle Ligure, è stato arrestato dai carabinieri con l’accusa di rapina continuata. Interrogato, ha affermato di aver agito su commissione di terzi, probabilmente feticisti sui quali prosegue l’inchiesta.
Il giovane è stato sorpreso mentre si apprestava a compiere l’ennesima rapina. Da giugno aveva già colpito sette volte a Celle, Varazze, e Savona. Il giovane, considerato egli stesso un feticista, aveva messo in atto uno stratagemma per sfilare dai piedi di belle donne che incontrava per strada, scarpe e pantofole aperte, dotate di zeppe. Il rituale era quasi sempre lo stesso. Avvicinava le sue «prede», che spesso avevano con sè anche figli piccoli, e poi le invitava a togliersi le scarpe e a consegnargliele. Se queste si rifiutavano, di solito le afferrava per i polpacci, sfilava loro le scarpe, le riponeva in un sacchetto di plastica e fuggiva.
Sottoposto ad un lungo interrogatorio, il giovane ha ammesso le sue responsabilità. Per ogni paio di scarpe rubato che cedeva ai suoi clienti, avrebbe guadagnato 100-200 euro.