Rubavano abiti con uno strano stratagemma

Un romeno e uno sloveno, entrambi 20enni, sono stati arrestati dai carabinieri del nucleo radiomobile dopo un controllo effettuato all’uscita di un negozio in via Tomacelli. I due avevano escogitato un modo originale di rubare capi d’abbigliamento: eleganti e indossando vestiti firmati da noti stilisti, entravano inosservati nei negozi del centro e poi facevano un foro nei condizionatori d’aria nelle pareti del retro e vi facevano passare, attaccati a lunghe aste appendi-panni, indumenti che rubavano nei banchi dell’esercizio. I due hanno tentato di fuggire, ma i carabinieri li hanno bloccati e hanno appurato che, poco prima, avevano rubato nel negozio numerosi capi d’abbigliamento e li avevano accantonati sotto un’auto parcheggiata nei pressi. I due ladri avrebbero poi caricato la refurtiva, del valore di diverse migliaia di euro, su una Golf intestata a un’italiana, moglie di uno di loro. Nel corso delle ultime due notti, i carabinieri hanno inoltre arrestato quattro persone: un argentino per ricettazione, una bosniaca evasa dagli arresti domiciliari, una romena, di 48 anni, per sequestro di persona e violenza sessuale in concorso, e un ladro italiano, di 45 anni. Nel corso dell’operazione «Natale sicuro» sono state denunciate anche 22 persone per infrazioni al codice della strada.