Rubinetti aperti e mobili distrutti

Un mese fa tre degli otto baby delinquenti avevano aperto i bocchettoni del sistema antincendio, allagando la media «Manzoni» di Rho, in via Tevere. Non contenti avevano svuotato gli estintori nei corridoi e nelle aule; per poi strappare i registri di classe. Infine avevano spaccato mobili e attrezzature elettroniche dell’istituto frequentato da due di loro. Per tre giorni la scuola rimase chiusa, e i loro compagni costretti a seguire le lezioni in una succursale. Sebbene individuati, non hanno mostrato alcun pentimento, continuando a cercare emozioni forti negli scippi e nelle rapine.