Rubinho lento stoppa Fisichella

Nostro inviato

a Istanbul

Ammonito. Ancora una volta e scatterà la squalifica. Così hanno deciso i giudici. Perché la Ferrari turca è lenta ma, diamine, quella di Barrichello, durante il giro di rientro, lo era troppo. Risultato? Fisichella si è trovato davanti Rubinho nel suo giro pole. «Dovevo risparmiare benzina – si difende il brasiliano – ma non credo proprio di avergli fatto perdere il tempo che dice... Stavo già rientrando ai box quando lui doveva ancora affrontare le ultime curve». E Fisichella: «Mi ha deconcentrato, ho perso due decimi». Più duro il suo boss, Flavio Briatore: «Quanto accaduto è incredibile... cose da formula tremila. Avanti così, e uno metterà una macchina ferma in mezzo alla pista per rallentare Raikkonen...». Per la cronaca, Takuma (kamikaze) Sato, su Bar Honda, è andato oltre: ha percorso il giro di rientro così lentamente da dover andare sull’erba per far passare Webber. Gli è stato cancellato il tempo. Partirà ultimo.