Rubinho perde il vice per un mese

Sul comodino di Rubinho per qualche tempo comparirà «La solitudine dei numeri uno». Almeno fino a quando il suo collega e amico Alessio Scarpi non si riprenderà dall'infortunio al ginocchio che lo tormenta da un bel po'. Ieri mattina il portiere è stato sottoposto a un intervento di artroscopia al ginocchio sinistro ad opera del professor Priano e in presenza del medico rossoblù Biagio Costantino. Operazione riuscita, prognosi di un mese. In panchina continuerà a sedere Eugenio Lamanna. Scarpi, tra l’altro, non ha potuto partecipare al corso per tecnici giovani e dilettanti, una cui rappresentanza ieri era al Pio. Il portiere sta studiando per prendere il patentino di allenatore e di tempo adesso ne avrà. Non ha perso tempo invece Gasperini che ha torchiato il gruppo. Si è rivisto Motta che ha sostenuto l'intera seduta, a differenza di Juric bloccato da un lieve affaticamento muscolare. Milito e Paro hanno lavorato in palestra. In vista della Juve Enrico Preziosi ostenta fiducia: «Ormai abbiamo acquisito la convinzione di potercela giocare sino alla fine col vantaggio di non avvertire pressioni. Affronteremo una squadra che non molla mai e che vorrà cancellare il pareggio col Chievo. Ma questo Genoa è capace di tutto». Mimmo Criscito, ex di turno, mette in guardia i suoi compagni da Iaquinta: «Ha trovato quella continuità che non aveva prima». Nella Juve non ci sarà Salihamidzic .