Ruby Maroni chiude il caso: la polizia agì correttamente

Sul caso Ruby l’operato della polizia di Milano è stato «corretto ed equilibrato» e l’affidamento della minorenne marocchina al consigliere lombardo Nicole Minetti avvenne «con il via libera del Tribunale dei minori». Così ieri il ministro dell’Interno Roberto Maroni ha ribadito, in un’informativa al Senato, la correttezza di quanto avvenne tra il 27 e il 28 maggio scorsi presso la Questura milanese. Maroni ha citato le dichiarazioni del procuratore capo di Milano Edmondo Bruti Liberati, sottolineando come «la correttezza dell’operato della questura è stata confermata dall’autorità giudiziaria».