Ruby, Raissa Skorkina: "Ad Arcore nessun harem"

La modella italo-russa smentisce le ultime dichiarazioni sulle feste ad Arcore: "Nessun harem, nessun bunga bunga, è che
alla gente piace frugare in mezzo alla biancheria altrui". Poi sugli spettacoli: "Era solo uno show, con
vestiti tutti diversi, come nel Moulin Rouge"

Mosca - Nessun harem, nessun bunga bunga, "è che alla gente piace frugare in mezzo alla biancheria altrui". Raissa Skorkina, la modella italo-russa che dichiara di avere frequentato le serate di Arcore, difende Silvio Berlusconi su tutta la linea. In un’intervista al canale televisivo Russia Today, rimbalzata sui siti russi, descrive al pubblico russo i ritrovi nella residenza del presidente del Consiglio e assicura di non avere mai visto nulla di sconveniente.

Le feste a casa del Cav "Si tratta di ragazze che lavorano in televisione, ragazze molto belle e molto intelligenti, che sono riuscite a far carriera con le loro forze, senza tante scorciatoie", afferma. "Berlusconi è un vero uomo, in tutto", dichiara Skorkina, confessando che "se anche un giorno mi innamorerò e mi sposerò, mio marito si potrà pure offendere, ma ci sarà lui (Berluconi) nel mio cuore". Quanto alle serate, la fotomodella racconta di una iniziata con il premier italiano che canta ("Canta sempre, e canta molto, molto bene, con una voce potente, come Pavarotti") e finita nell’ufficio del presidente del Consiglio, "a parlare un po' delle mie cose, tutto qua". Skorkina ha visto ragazze ballare, "appositamente per lui, però non come si dice, era uno show, con vestiti tutti diversi, come nel Moulin Rouge". I regali del premier? "Cose di poco valore, una catenina o un anellino". Infine, Skorkina si dice certa che Berlusconi non si ritirerà dalla scena politica. "Voi non sapete quanto ami l’Italia - afferma nell’intervista - non ce la farebbe. Per ora ha detto: continuerò a lavorare. E una vota mi disse: Raia, lo sai, io penso che morirò lavorando".